SCOPRI LECCE

Tra Ionio e Adriatico, la Signora del Barocco.

Lecce, la provincia più orientale d’Italia, è una città che stupisce per la bellezza delle sue chiese e dei suoi siti archeologici, per l'arte e i parchi naturali. Un luogo dove il sole illumina ogni cosa e dove il vento accarezza i palazzi storici, costruiti con una pietra che cambia colore in base alle ore del giorno. 

Lecce è figlia del Barocco e di un periodo rinascimentale nel quale, dopo Napoli, era la città più influente del Regno delle Due Sicilie.
Approfitta del tuo soggiorno per vivere la città dalle prime luci del giorno fino a notte inoltrata, gustare piatti e dolci tipici di rara bontà oltre che ammirare le opere di cartapesta degli artigiani locali.
A Lecce il tempo è scandito dal calore della gente che ti farà sentire sempre a casa.

Che tu sia a Lecce solo per un paio di giorni o per un soggiorno più lungo, di seguito alcuni suggerimenti per poter apprezzare pienamente la città e le sue opere artistiche.


muraurbiche.jpeg
portanapoli.jpeg
cariatidi.jpeg
previous arrow
next arrow
Slider

MURA URBICHE E PORTA NAPOLI

A due passi dal tuo Hotel, e quindi raggiungibili a piedi troviamo le Mura Urbiche, ovvero la storia raccontata dalle pietre, dall’architettura e soprattutto dall’archeologia. Le Mura fortificate rappresentano un elemento unico dell’identità storico-culturale della città: la parte più rappresentativa della fortificazione di età spagnola che per oltre tre secoli (XV-XVIII) ha circondato Lecce. Le mura si affacciano su un parco archeologico denominato Parco delle Mura. Percorrendo la strada che corre parallelamente alle mura raggiungiamo Porta Napoli, un arco di trionfo che segna l'entrata nel centro storico della città. Detta anche Porta di S. Giusto perché le sue fondamenta poggiano sulle ceneri di questo Santo, nella parte centrale sotto il frontone presenta un'iscrizione nella quale il sovrano Carlo V è elogiato per l'aiuto militare fornito contro i turchi.

BASILICA DI SANTA CROCE E PIAZZA SANT'ORONZO

Passeggiando tra i vicoletti del centro storico, si arriva alla Basilica di Santa Croce (1646), il più alto esempio di barocco leccese. Caratterizzata da una fusione di elementi rinascimentali e ricercatezza barocca, Santa Croce ha un facciata abbondante negli ornamenti e negli stili: il rosone centrale è ispirato alla tradizione romanica.
Proseguendo, si raggiunge Piazza Sant'Oronzo: Lecce è piazza Sant’Oronzo. In poche città gli abitanti si identificano così tanto con il loro centro, dove svetta la statua del Santo Patrono che dà nome alla stessa piazza. Teatro di spettacoli ed eventi enogastronomici e musicali, non solo d’estate, qui è possibile ammirare l’Anfiteatro Romano, ovvero il cuore antico di Lupiae, la città colonia romana. L’Anfiteatro oggi è utilizzato per manifestazioni artistiche e teatrali durante la stagione estiva.    

santacroce_2.jpeg
anfiteatro_2.jpeg
previous arrow
next arrow
Slider
portasanbiagio.jpeg
castello_2.jpeg
previous arrow
next arrow
Slider

PORTA SAN BIAGIO E CASTELLO CARLO V

Illuminata dalla mattina al tramonto, quando la sua pietra si tinge di rosa, Porta San Biagio, tra gli antichi ingressi della città, è quello più meridionale. Oggi varco per la passeggiata nel cuore della movida leccese, costituisce il percorso più breve verso piazza Sant’Oronzo. 
Esattamente attraversando Porta San Biagio, si arriva al Castello Carlo V che prende il nome proprio dal re asburgico che nel 1539 ne decretò la costruzione ampliando una fortificazione preesistente. Magnificente e al tempo stesso spartano, è attualmente un centro per le attività culturali. 
Nel percorso da Piazza Sant'Oronzo a Porta San Biagio non perdere l'occasione di visitare il Teatro Romano (con il Museo adiacente) e la Chiesa di San Matteo!

PORTA RUDIAE E PIAZZA DUOMO

Aperta sul lato delle mura orientali della città, Porta Rudiae è la più antica delle tre porte di Lecce. La Porta crollò completamente nel Seicento e venne ricostruita solo nel 1703, la versione giunta fino a noi. Porta Rudiae è caratterizzata da uno stile neoclassico su cui si notano ancora reminescenze barocche. Sull'epigrafe del fregio è narrata la leggenda della nascita di Lecce.
Entrando nel centro storico dalla porta, si arriva in piazza Duomo: qui rimarrai per un attimo senza fiato. La bellezza del luogo è esaltata dal suo essere piazza chiusa su tre lati, quasi fosse una gemma offerta alla vista all’interno di uno scrigno prezioso. 
Da sinistra a destra, l’armonia architettonica si sviluppa con Campanile, Duomo, Episcopio e Seminario, realizzati tra i secoli XVII-XVIII dai maggiori artisti locali dell’epoca.
Avrai la sensazione di aver potuto ammirare dal vivo un luogo dal fascino irripetibile!

duomo.jpeg
portarudiae.jpeg
previous arrow
next arrow
Slider
La sua posizione strategica, tra Ionio e Adriatico, rende Lecce la destinazione perfetta per tutte le stagioni.
Grazie al Barocco e alle testimonianze delle civiltà Greca e Romana, alla proverbiale gastronomia e alla colorata vita notturna, allo shopping esclusivo e alle acque cristalline di alcune tra le più belle spiagge del Mediterraneo, vivrai un'esperienza indimenticabile.

A poca distanza dall'albergo è situato, inoltre, il Parco di Belloluogo, dove potrai fare delle piacevoli passeggiate.
 
Grand Hotel Tiziano e dei Congressi Logo sfondo Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Potrai ricevere le nostre offerte di soggiorno a prezzi vantaggiosi!

Abilita il javascript per inviare questo modulo